Esofago di Barrett

Esofago di Barrett

È considerata una lesione precancerosa, in quanto è una complicanza patologica della esofagite cronica dovuta alla sostituzione progressiva  della mucosa distale dell'esofago con la mucosa gastrica (metaplasia) in risposta a prolungati stimoli lesivi. Tale condizione può evolvere in displasia lieve (ossia alterata crescita tessutale), poi in displasia grave  e poi ancora in cancro in situ.
Infatti i  pazienti portatori di Esofago di Barrett presentano un rischio aumentato di circa 30-40 volte di sviluppare adenocarcinoma esofageo rispetto ai pazienti con mucosa normale.

Sintomi:
Dolore al petto irradiato posteriormente
Rigurgito: risalita del contenuto gastrico in esofago o in cavità orale specie di notte ed in posizione distesa.  Può essere causa di una fastidiosa tossa (sintomi respiratori)
Pirosi retrosternale: bruciore in corrispondenza dello sterno
Disfagia : Sensazione di difficoltà a deglutire non dolorosa
Odinofagia: deglutizione dolorosa

Diagnosi
Visita dallo specialista gastroenterologo
Esofagogastroduodenoscopia con biopsie della mucosa esofagea
Manometria esofagea
Ph-metria esofagea

Terapia
Medica :se alla biopsia effettuata durante la gastroscopia vi è assenza di displasia.
Se presente displasia di basso grado è necessario il monitoraggio endoscopico, più ravvicinato.
Se invece è presente displasia di alto grado o adenocarcinoma: terapia endoscopica (mucosectomia) o intervento chirurgico tradizionale