Tumori esofagei

Tumori benigni:

  • Leiomiomi: sono il 70-80% dei tumori esofagei. Originano da fibre muscolari lisce della muscolaris mucosae o da muscolaris propria. La mucosa che li ricopre è indenne.  
  • Polipi esofagei (fibromi, mixomi, lipomi, fibrolipomi):  rappresentano il 20% dei tumori benigni esofagei.
  • Papillomi esofagei: sono 2-3% dei tumori benigni

Sintomi
Il 50% sono asintomatici per le piccole dimensioni.
A volte, se di grandi dimensioni, il paziente accusa: disfagia intermittente, rigurgito, eruttazioni, dolore, complicanze respiratorie

Diagnosi
Esofagogastroduodenoscopia con biopsie per escludere un tumore maligno

Terapia
Polipectomia endoscopica ossia l’asportazione completa con elettrobisturi in corso di esofagogastrodudoenoscopia o chirurgica se non asportabili endoscopicamente

Tumori maligni:
A seconda dell’epitelio di origine si possono avere due tipi di carcinoma esofageo:
squamo-cellulare e  adenocarcinoma

Sintomi
Disfagia ingravescente, perdita di peso, odinofagia, dolore toracico irradiato alla schiena, anoressia, tosse, bruciore, sanguinamento, anemia sideropenica, ingrossamento dei linfonodi sovraclaveari.
Le metastasi si localizzano principalmente al fegato, pleura e polmone

Diagnosi
Esofagogastroduodenoscopia con biopsie che documentano la natura della lesione

Stadiazione
TC, ecoendoscopia, PET-TC

Terapia
Polipectomia endoscopica per carcinoma superficiali.
Chemioterapia e/o radioterapia
Chirurgia
Posizionamento di protesi per via endoscopica (terapia palliativa)